Virtual GP | Jorge Lorenzo vince al debutto a Silverstone

31 Maggio 2020 - 16:39
|
GP Gran Bretagna 2020

Lo spagnolo vince in classe regina al debutto, seguito dal successo di Bendsnyder in Moto2 e di Stefano Nepa in Moto3.




Il quinto Virtual GP della stagione si corre sul circuito britannico di Silverstone, ed è una gara con alcuni assenti di primo piano come i fratelli Marquez e gli ufficiali Yamaha Rossi e Vinales. Quest’ultima casa ha deciso di schierare per Silverstone il tester Jorge Lorenzo che così “torna” a correre seppur nel virtuale. Nella gara tornano anche volti noti come Quartararo, Nakagami, Rabat, Mir e i nostri Bagnaia, Pirro e Savadori.

MotoGP

Lorenzo parte dalla Pole Position, ma perde subito la prima posizione a favore di Quartararo. Lo spagnolo prova a rimanere attaccato ma cade alle Maggots/Becketts in seguito ad un attacco di Nakagami, che poco dopo passerà Fabio per la prima posizione. Prima ancora cadono alla prima curva Mir e Savadori, con lo spagnolo che scivola e stende involontariamente il pilota Aprilia. Al termine del primo giro Nakagami rimane al comando, seguito da Rabat e Pirro, con Quartararo che invece è costretto ad inseguire dopo una caduta.

Fabio prova a recuperare, tant’è che alla fine del secondo giro si riprende la seconda posizione ai danni di Pirro, ma il rider francese cade di nuovo all’ultima curva nel terzo giro. Di certo non va meglio a Pecco Bagnaia, che è ben lontano dal gruppo di testa dopo una serie di cadute solitarie. Nel frattempo, Lorenzo recupera lentamente terreno, e a metà gara è in terza posizione, a tallonare Nakagami e Rabat.

Al quinto giro, l’errore che non ti aspetti: Takaaki Nakagami scivola nel nuovo settore e perde la leadership della gara a favore di Tito Rabat. Il giapponese finirà per contendere il terzo gradino del podio contro Quartararo e Pirro. All’ottavo giro, Jorge effettua il sorpasso decisivo, andando a passare Rabat alle Maggots/Becketts per la prima posizione.

Il rider Yamaha la conserverà fino alla bandiera a scacchi, andando così a vincere il Virtual GP a Silverstone. Secondo posto per un ottimo Tito Rabat, mentre la battaglia per il terzo posto è stata vinta da Fabio Quartararo, che precede Nakagami dopo un sorpasso effettuato all’ultimo giro. Quinto Michele Pirro come migliore degli italiani, sesto Lorenzo Savadori, mentre Pecco Bagnaia chiude una difficile gara in settima posizione, davanti solo al fanalino di coda Joan Mir.

Moto2 (a cura di @valentino-aggio)

In Moto2 Bo Bendsnyder parte dalla pole, seguito dal debuttante Daniel Kasma (SAG Team) ed Hector Garzo. Seguono Marcel Schrotter e Marco Bezzecchi, che completano la top 5. Partenza difficile per i due italiani Manzi e Bulega, che attualmente sono nelle ultime due posizioni. Il passo di Bendsnyder è superiore a quello degli avversari, il gap è di oltre due secondi su Kasma. Dopo la caduta di Garzo ora è Schrotter ad occupare l’ultimo posto sul podio. A metà gara Xavi Vierge perde la connessione, uscendo così dalla sessione. A causa della caduta di Bezzecchi, ora Augusto Fernandez conquista il 5° posto. Alla fine è Bo Bendsnyder a vincere la gara in sella alla NTS, seguito da Daniel Kasma ed Hector Garzo. Quarto posto per Augusto Fernandez, seguito da Schrotter e Bezzecchi. Settima posizione per Nicolò Bulega, poi Nagashima e Stefano Manzi su MV Augusta chiudono la classifica.

Moto3 (a cura di @valentino-aggio)

Nella classe leggera Stefano Nepa centra la prima pole position nel Motomondiale seguito dal debuttante Barry Baltus e Ayumu Sasaki. Dopo poche curve il vantaggio di Nepa è di oltre un secondo sugli inseguitori. Jeremy Alcoba conquista la seconda posizione e si mette alla caccia del pilota italiano. Battaglia tutta giapponese per il 4° posto tra Sasaki e Kunii, seguiti da Masia e Toba. Al secondo giro l’appena sedicenne Baltus attacca e sorpassa il pilota Gresini Alcoba. Dopo le numerose cadute di Baltus, Sasaki passa al terzo posto, davanti al pilota scozzese John McPhee. Stefano Nepa vince il (virtual) GP di Gran Bretagna con giro veloce, davanti a Jeremy Alcoba e Ayumu Sasaki. Quarto posto per Mcphee, poi Kunii, Baltus e Kofler. Chiudono la classifica Kaito Toba, Carlos Tatay e Jaume Masia.

Iscriviti al nostro Canale Telegram per ricevere tutti i nostri articoli sul tuo smartphone



Immagine in evidenza: ©Monster Energy Yamaha MotoGP Twitter

Non ci sono commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: