Rast vince il duello con Muller e trionfa in Gara 2

02 Agosto 2020 - 19:58
|

Altro assoluto dominio di Audi a Spa-Francorchamps




Nella domenica di Spa-Francorchamps il DTM torna ad essere terreno di conquista di Renè Rast. Il tedesco dell’Audi , però, ha dovuto lottare con le unghie e con i denti per ottenere il successo contro un Nico Muller molto in palla dopo il successo di ieri. Lo svizzero è sicuramente tra i piloti più in forma in questo avvio di stagione e sarà un contendente molto serio nella lotta al titolo. Così come il già due volte campione del DTM Rast, che anche oggi ha dimostrato di continuare ad essere l’uomo da battere. Dietro di loro, un ottimo 3° posto per Robin Frijns, con l’olandese che si riprende dopo le sfortune di ieri.

Una domenica sotto l’insegna dei quattro anelli dell’Audi, che nella giornata odierna ha replicato il dominio visto ieri. Oltre ad occupare interamente il podio con Rast, Muller e Frijns, la casa di Ingolstadt ha portato altre due vetture a completare la Top 5. Parliamo di quelle di Jamie Green (4°) e Mike Rockenfeller (5°), ma è da elogiare anche la prestazione di Loic Duval, giunto 7° nonostante fosse partito dal 13° posto in griglia. Altra giornata difficile, invece, per il team privato di’Audi, WRT, con Scherer 12°, Kubica 14° e Newey ritirato. Il polacco deve ancora riuscire ad ambientarsi bene nella nuova dimensione del DTM, ma il team deve fare ancora tanta strada per poter competere alla pari con le Audi ufficiali e le BMW.

Da sottolineare che anche oggi la BMW è uscita con le ossa rotte nel confronto diretto con le RS5 in questo weekend belga. La casa bavarese va via da Spa con il 6° posto come miglior piazzamento nelle due gare disputate, ottenuto ieri da Eng e oggi da Van Der Linde. Ma ciò che più preoccupa è il distacco accusato dalle Audi, che in questi due giorni si può quantificare tra i 25 e i 35 secondi.

A contraddistinguere tutta la Gara 2 c’è stata l’intensa lotta tra Rast e Muller, con il tedesco che è riuscito a vincere per soli quattro decimi. Nonostante fosse scattato bene dalla pole position, Rast si è dovuto arrendere all’attacco di Muller dopo quattro giri dal via. Il campione in carica non sembrava in grado di tenere il passo dello svizzero, tanto che Frijns ha seriamente insidiato il suo 2° posto, ma dopo la sosta Rast ha cambiato totalmente marcia. Rosicchiando decimi su decimi è riuscito a riportarsi addosso a Muller a passarlo a Les Combes durante il ventunesimo giro. Lo svizzero ha provato in tutti i modi a riconquistare la leadership della gara, ma Rast è stato abile a chiudere qualsiasi varco e centrare il primo successo stagionale.

Al termine del weekend di Spa, quindi, Nico Muller resta leader del DTM con 46 punti, mentre Renè Rast sale 2° con 39 punti. Seguono Jamie Green con 30, Robin Frijns e Mike Rockenfeller appaiati a 22 e Duval con 21. Per trovare il primo pilota BMW bisogna scendere al 7° posto con Lucas Auer e i suoi 10 punti.
Prossimo appuntamento del DTM tra due settimane, quando nel weekend di Ferragosto le vetture si sfideranno al Lausitzring (versione sprint).

Iscriviti al nostro Canale Telegram per ricevere tutti i nostri articoli sul tuo smartphone



Immagine in evidenza: © Audi Communications Motorsport / Malte Christians

Non ci sono commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: