Passo indietro del WTCR. Nuovo format di gara e nuove regole

20 Febbraio 2020 - 10:41
|

Si torna a due gare a weekend, mentre in qualifica ci sarà il giro secco




La grande fuga di questo inverno dal FIA World Touring Car Cup, legata sia alla volontà di alcune case di passare all’elettrico, sia dell’aumento dei costi, ha costretto gli organizzatori a prendere provvedimenti.

Per fermare un’emorragia che vede ora solo 14 vetture al via, contro le 26 della passata stagione, la FIA ha deciso di abbassare i costi per questa stagione. Secondo il comunicato diramato dagli organizzatori, questa novità avrebbe dovuto fare il suo esordio nel 2021, salvo essere anticipata di dodici mesi.

Il nuovo format

Quel che vedremo sarà inedito in parte e un ritorno in un’altra. Per quanto riguarda il salto al passato, il numero di gare per evento scenderà da tre a due, tornando al format avuto dal WTCC. Si tornerà quindi a Gara 1 e Gara 2, con la corsa che chiude il week-end che sarà 3 giri più lunga rispetto alla prima. Si andrà quindi a ricalcare quanto visto fino a un paio di anni fa.

Modifiche anche per il sistema di qualifica. In questo caso si tratta di novità, dato che verrà abbandonato lo storico format a tre sessioni ad eliminazione, in favore del giro singolo. I piloti non potranno quindi più concedersi errori, o vedranno compromettersi l’intero week-end. Così come nel vecchio WTCC, la qualifica, che ora sarà di una singola sessione, determinerà entrambe le griglie, con quella di Gara 1 che avrà alcune posizioni invertite.

Quasi tutti i week-end, a meno di gare che lo necessitano, si svolgeranno su soli due giorni, anziché i tradizionali tre.

Nuove regole per i team

Da questa stagione i team che manderanno in pista due vetture, potranno portare un massimo di 12 meccanici, mentre chi schiererà tre vetture non potrà oltrepassare il massimo di 18. Solo 10 meccanici potranno ricevere, però, una fascetta da apporre sul braccio che permetterà loro di lavorare sulla vettura quando ci saranno le fasi concitate.

Le gomme

A partire da questa stagione, Goodyear sarà il nuovo fornitore ufficiale di pneumatici. La casa statunitense fornirà 18 gomme ad ogni vettura per la Race of Hungary, mentre per le restanti gare in campionato, queste saranno solo 12.

Le parole di François Ribeiro

Il promoter del WTCR ha affermato: “Abbiamo agito per salvare il WTCR e tenerlo un campionato top per addetti ai lavori, fan e media, cercando di renderlo più accessibile e attraente per nuovi team privati che vogliono competere ad alto livello. I budget insostenibili raggiunti e l’impatto del coronavirus sull’economia mondiale hanno reso necessaria l’introduzione di misure per ridurre i costi e cambiare il format, d’accordo con FIA e team.” 

Iscriviti al nostro Canale Telegram per ricevere tutti i nostri articoli sul tuo smartphone



Immagine in evidenza: © WTCR Media Center / David Noels / DPPI
TAG | | |

Non ci sono commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: