Marquez: “Una gara incredibile, contento per mio fratello Alex”. Lorenzo: “Partenza difficile”

03 Novembre 2019 - 15:32
|
GP Malesia 2019

Le parole dei piloti Honda, con Marquez autore di una grande rimonta, e Lorenzo ancora in difficoltà nei bassifondi della classifica




Giornata dai due volti, come spesso succede, in casa Honda. Marc Marquez ha fatto una bellissima gara, recuperando in breve tempo dall’undicesima casella del via e ha chiuso al secondo posto, mentre Jorge Lorenzo, complice anche qualche caduta è riuscito quanto meno ad entrare in zona punti (14°).

Marc Marquez, con il secondo posto di oggi ha sì chiuso il filotto di 5 vittorie consecutive, ma ha archiviato il 17° podio stagionale, battuto solo da un Maverick Vinales perfetto dall’inizio alla fine. Lo spagnolo, partito 11°, è stato autore di una partenza – e più in generale di un primo giro – pazzeschi, ritrovandosi dopo solo una tornata al secondo posto. Cabroncito ha spiegato così il primo posto: “È stata una gara incredibile, un ottimo primo giro. Forse il migliore della mia carriera, insieme al Mugello 2015 – infatti ho visto questo giro la scorsa notte per vedere cosa ho fatto. È stato un bel primo giro, ma sfortunatamente la gomma è scesa molto in quei primi tre giri e ho perso un po’ di tempo con Miller. Viñales era più veloce di noi oggi e l’obiettivo era il podio. Ho provato a fare come a Phillip Island e rimanere dietro di lui, ma il divario era troppo grande a 1,1 secondi, ho fatto un errore e sono tornato indietro”.

Marc si è anche soffermato sulla gioia per il titolo di suo fratello Alex in Moto2 e sulla dedica che ha fatto sul podio al giovane Afridza Munandar, morto ieri in Asia Talent Cup: “Sono contento della mia gara, ma non si può immaginare quanto io sia felice per la vittoria di mio fratello – se lo merita così tanto. È una giornata incredibile ma dobbiamo anche ricordare Munandar, un giovane e talentuoso pilota che purtroppo abbiamo perso. Un grande abbraccio alla sua famiglia e ai suoi amici”.

Jorge Lorenzo chiude un altro weekend difficile al 14° posto, favorito anche dalla caduta dei due piloti LCR davanti a lui. Nonostante ciò, il maiorchino prova a vedere alcuni lati positivi: “La partenza della gara è stata molto difficile con gli altri piloti attorno, la turbolenza ha disturbato molto il mio ritmo. Ma ci sono alcuni aspetti positivi perché sono stato in grado di essere entro sette decimi rispetto al mio miglior tempo sul giro per l’intera gara. Ovviamente, non siamo ancora abbastanza veloci ma ci stiamo avvicinando sempre più all’obiettivo di essere a 30 secondi dal vincitore dopo il mio incidente ad Assen. I due punti che abbiamo guadagnato sono importanti per aiutare la squadra a lottare per il Campionato a squadre a Valencia, questo è l’obiettivo principale ora”.

Iscriviti al nostro Canale Telegram per ricevere tutti i nostri articoli sul tuo smartphone



Immagine in evidenza: © Repsol Honda Team Official Twitter Page

Non ci sono commenti