Honda | A. Marquez: “Ho lavorato molto nelle FP2”, Bradl: “Giornata complicata, ma la moto funziona”

16 Ottobre 2020 - 18:40
|
GP Aragona 2020

Le dichiarazioni dei piloti ufficiali Honda dopo il venerdì del Gran Premio di Aragon




Sulla scia degli ottimi risultati ottenuti la settimana scorsa a Le Mans, la Honda ha iniziato bene il primo dei due weekend di Aragon, con la giornata di oggi fortemente caratterizzata dalle basse temperature registrate sull’asfalto del Motorland.

Reduce dal suo primo podio in MotoGP, Alex Marquez ha chiuso la giornata nella Top-10 con l’ottavo tempo combinato grazie ad un 1:48.823 come miglior tempo personale, a poco più di un secondo di ritardo dal miglior tempo di giornata realizzato da Maverick Vinales e a due decimi da Cal Crutchlow, il migliore tra i piloti Honda oggi con la sua quinta posizione.

Nonostante una caduta in curva 2 nella FP1, il rookie spagnolo ha mostrato un ottimo ritmo in entrambe le sessioni di libere, e se nella FP3 di domattina le basse temperature non permetteranno di migliorare i tempi di oggi, per il #73 potrebbero aprirsi le porte della Q2 per la prima volta in stagione.

Marquez ha commentato così la sua giornata: “Oggi mi sentivo bene in pista, è un circuito che mi piace molto e normalmente mi sento molto a mio agio qui con il mio stile di guida. Anche la Honda è abbastanza buona qui. Ho avuto una caduta da rookie al mattino ma nel pomeriggio abbiamo fatto tutto abbastanza bene e abbiamo provato diverse opzioni per l’anteriore. Domani mattina, anche con il ritardo, penso che sarà difficile migliorare il nostro tempo sul giro con la temperatura prevista, quindi ho lavorato molto nelle FP2 per mettermi in posizione forte per lottare per la Q2. Ho fatto un buon ultimo giro e sono contento di come è andata ma in MotoGP non si sa mai! Vediamo cosa succederà domani nelle FP3”.

Più indietro, invece, Stefan Bradl. Il pilota tedesco aveva chiuso anche lui la FP1 tra i primi 10, ma nel pomeriggio è incappato in una pesante caduta alla curva 12 che ha posto fine alla sua giornata con 15 minuti di anticipo. Con un miglior tempo personale di 1:50.091 lo pone in 20° posizione nella classifica combinata.

Queste le sue parole al termine del venerdì: “Beh, oggi è stato un po’ complicato. La mattina faceva molto freddo, il che ci ha impedito di fare alcune delle cose che avevamo programmato. Nel pomeriggio le condizioni erano migliori ma ho avuto una caduta molto strana. Ho bisogno di guardare i dati per capire meglio cosa è successo, sto bene fisicamente ed è la cosa più importante. Vediamo cosa porterà domani, si spera che le condizioni migliorino e possiamo superare quello che ci serve nelle FP3 e FP4. C’è del lavoro da fare , ma sono fiducioso che possiamo farcela. C’erano tre Honda nella top ten, quindi la moto sta funzionando bene qui”.

Iscriviti al nostro Canale Telegram per ricevere tutti i nostri articoli sul tuo smartphone



Immagine in evidenza: © motogp.hondaracingcorporation.com

Non ci sono commenti