Dovizioso: “Contento della velocità avuta in gara”. Petrucci: “Sono davvero rammaricato”

17 Novembre 2019 - 19:15
|
GP Valencia 2019

Le parole dei piloti Ducati, che con il team ufficiale non sono riusciti a conquistare il mondiale riservato ai team




Una domenica dal gusto dolce amaro in casa Ducati. Da un lato l’ottimo risultato di Jack Miller, che ha conquistato il suo quinto podio stagionale, dall’altro il mancato titolo mondiale riservato ai team che i piloti della scuderia ufficiale cercavano contro la Repsol Honda. Al traguardo, Dovizioso è quarto, Petrucci è caduto a metà gara, mentre la wild card Pirro è dovuto rientrare ai box per un malore.

Andrea Dovizioso è positivo sulla sulla gara, e tirando un po’ le somme è contento del suo finale di stagione, in cui si è classificato ancora secondo nel mondiale piloti: “Tutto sommato sono contento della velocità che abbiamo avuto in gara”, ha detto il forlivese. “Il nostro passo era molto costante e alla fine il distacco da Marquez è stato contenuto. Ho provato a raggiungere Miller per il terzo posto ma lui ha guidato molto bene ed era più veloce di me in alcuni punti, per cui si è meritato il podio. Sono soddisfatto di come abbiamo terminato la stagione perché sia a Sepang che qui a Valencia siamo stati veloci. Confermiamo un solido secondo posto, purtroppo con un distacco in classifica molto importante da Marquez ma anche con un largo vantaggio sul terzo classificato, nonostante i due zeri di Barcellona e Silverstone in cui non abbiamo avuto colpa“.

Grande rammarico invece per Danilo Petrucci, che poteva fare una gara simile a quella del compagno di squadra ma che invece si è rivelata molto problematica, con la scivolata del 13° giro in curva sei che ne ha causato il ritiro, mandando all’aria così le speranze di vittoria nella classifica dei team: “Davvero peccato, perché era una gara importante per la squadra“, ha detto il pilota umbro, che fin dalla partenza ha avuto problemi. “In partenza purtroppo non mi è entrato il launch control per cui ho perso molte posizioni al via. Nei giri successivi stavo recuperando, e il mio passo era davvero buono, ma purtroppo dopo aver superato Rossi sono caduto senza capirne la ragione. Mi dispiace molto aver finito il campionato così, ma questa resta comunque la stagione migliore della mia carriera in MotoGP: so di dover migliorare ancora in diversi aspetti e adesso non vedo l’ora che ricominci la nuova stagione”.

Ancora più sfortunato Michele Pirro, wild card Ducati per questo Gran Premio che ha dovuto abbandonare la gara dopo pochi giri per un malore che lo ha colpito mentre guidava: “Sicuramente non è stata una domenica positiva per noi: la mia gara è stata rovinata da un problema fisico perché fin da subito non mi sono sentito bene. Già nel giro di ricognizione ho avuto un calo di pressione e quando sono partito mi è venuta anche la nausea, per cui ho preferito rientrare al box e ritirarmi. Mi dispiace perché il mio obiettivo era di finire nei primi dieci ed era possibile raggiungerlo e magari fare anche qualcosa di meglio. Purtroppo è andata così, ci riproveremo l’anno prossimo”.

Iscriviti al nostro Canale Telegram per ricevere tutti i nostri articoli sul tuo smartphone



Immagine in evidenza: © motogp.com

Non ci sono commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: