Formula Nation – IMSA | Anteprima della 2020 Daytona 3 Hours

22 Gennaio 2020 - 17:45
|

Stasera, mercoledì 22 gennaio, andrà in onda su Formula Nation TV uno degli eventi più importanti dell'anno: la 2020 Daytona 3 Hours, prima gara del campionato IMSA. Diretta dalle ore 20:45.




Il campionato IMSA 2020 organizzato da Formula Nation è ai nastri di partenza e le speranze di poter vivere una stagione entusiasmante sono più che concrete. Stasera andrà in scena la 2020 Daytona 3 Hours, l’appuntamento più importante di tutto il calendario. L’evento partirà alle ore 20:45 e sarà trasmesso in diretta streaming nel canale YouTube Formula Nation TV.

La gara di Daytona andrà a riprendere in salsa virtuale la celebre 24 Ore, in programma sabato 25 gennaio 2020. Una coincidenza fortemente voluta dall’organizzazione di Formula Nation, sempre spinta dall’obiettivo di far combaciare date e modalità di eventi reali e virtuali.

Durante tutte le tre ore di gara i piloti dovranno districarsi tra le numerose difficoltà che Daytona riserva, a partire da un meteo che, a poche ore dalla partenza, non sorride affatto alle squadre. Per ora, infatti, sia la prima sia la seconda ora di gara dovrebbero essere bagnate, mentre l’ultima fase si preannuncia asciutta.

Preparatevi alla 2020 Daytona 3 Hours osservando la sessione di Test andata in onda lunedì 20 gennaio.

2020 DAYTONA 3 HOURS ENTRY LIST | IMSA 2020

Come da regolamento IMSA, le gare sono caratterizzate dal format “multi-class”. Due sono, infatti, le categorie impegnate sia a Daytona sia nel resto del campionato: Lmp2 e GTLM.

In Lmp2 l’unico costruttore presente in pista è Ligier, al quale si unisce l’impegno di Nissan nel fornire propulsori V8 capaci di erogare circa 500 CV. Sono tre le squadre iscritte nella categoria Lmp2 della 2020 Daytona 3 Hours: DriveGameSeat Racing Team, RaceClub official Team e OneMoreTimeAround Racing Team.

DriveGameSeat Racing Team schiera il vincitore della Daytona 2019 Simone Casciaro e Antonio Fedele; RaceClub è l’unica squadra a portare in pista ben tre vetture: la #50 di Mattia Marangoni, la #51 di Diego Taglietti e la #43 di Lorenzo Di Cosmo. OneMoreTimeAround Racing Team non è da meno, tant’è che nella line up figura il veloce Marco Bruno ed il pilota McLaren in F.1 Simone Violo.

La seconda categoria è riservata alle vetture di tipologia GTLM, per capirci le GTE che corrono nel WEC. Si tratta delle più evolute e difficili auto Gran Turismo, caratterizzate da una potenza di circa 500 CV e dall’assenza dell’ ABS (sistema antibloccaggio).

In GTLM l’entry list è di assoluto livello, tanto che la gara potrebbe addirittura risultare più interessante e combattuta rispetto alla categoria Lmp2.

Aston Martin è l’unica squadra che, a Daytona, corre con una sola vettura. La squadra inglese, vista l’assenza dei piloti ufficiali Giacomo D’Angelo e Marco Albertini, ritrova in Francesco Di Palma l’unico alfiere in grado di far valere le capacità della Vantage GTE.

Accantonata l’enorme M8 GTE, BMW approva il progetto M6 e seleziona due piloti motivati e stimolati nell’ottenere almeno un podio: Omar Reukkonen e Kevin Buccomino.

Chevrolet porta in pista la Corvette C7.R, progetto sì vetusto ma ancora valido e performante. A bordo della “Chevy” salgono due piloti dalle indubbie qualità: Matteo Gaudieri, il più veloce nelle prove libere, e Lorenzo Giacomozzi.

La Scuderia Ferrari opta per i due piloti di F.1 Mattia De Campo e Jakub Rokita, impegnati per tutta la stagione alla guida della dinamica ed affilata 488 GTE. Si tratta di una coppia difficile da interpretare; solo nel corso della gara riusciremo a capire se i due potranno ambire a posizioni di rilievo.

Grande interesse verso Ford, altra squadra dimostratasi competitiva nel corso dei test. A rappresentare la casa dell’Ovale Blu sono Daniele Spadi e Simone Cirillo, piloti dotati di grande esperienza e di notevole velocità.

LA PISTA

Il circuito nel quale correranno stasera Lmp2 e GTLM non è, ovviamente l’ovale. Si tratta di un tracciato “Roval“, in parole povere una fusione tra il celebre e già citato ovale in cui corre la Nascar ed il fantastico quanto stretto layout interno. Nell’insieme la pista misura 3.560 miglia ( 5.729 km) costituite da un totale di dodici curva, tra le quali spicca la “Bus Stop”, veloce chicane antecedente l’ultima sopraelevata.

COME E DOVE VEDERE LA 2020 DAYTONA 3 HOURS

La gara sarà trasmessa in diretta integrale su Formula Natin TV. L’appuntamento è previsto per le ore 20:45 con l’ormai consueta cabina di commento composta da Matteo Pittaccio e Lorenzo Brolli.

Iscriviti al nostro Canale Telegram per ricevere tutti i nostri articoli sul tuo smartphone



Immagine in evidenza: ©

Non ci sono commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: