Lawson regola Piastri e fa sua Gara1 a Silverstone

01 Agosto 2020 - 11:59
|
GP Gran Bretagna 2020

Seconda vittoria in campionato per il neozelandese, che precede le due Prema di Piastri e Sargeant. Bruttissimo incidente tra Caldwell, Dunner e Fewtrell




Liam Lawson torna al successo in Formula 3 conquistando la vittoria nella Gara1 di Silverstone, il quarto appuntamento di questa stagione. Il pilota neozelandese della Hitech GP ha ottenuto la sua seconda vittoria in campionato, dopo il successo ottenuto in Gara2 nel primo round in Austria, proprio nella pista dove l’anno scorso ha ottenuto il suo primo podio in Formula 3.

Lawson ha condotto una gara sempre in testa, guadagnando la prima posizione già al primo giro beffando il polemen Logan Sargeant passandolo in fondo all’Hangar Straight, con una bellissima manovra all’esterno del pilota americano. Successivamente Lawson si è difeso dal ritorno di Oscar Piastri, che all’undicesimo giro lo ha ingaggiato in un duello attaccandolo con il DRS alla staccata in fondo all’Hangar Straight, ma Lawson resiste e riesce a rimanere davanti dopo esser stato affiancato al pilota australiano per diverse curve.

La gara sul finale ha subito due neutralizzazioni per via di due incidenti. Al 12° giro Bent Viscaal si è agganciato con Ben Barnicoat alla curva Luffield, perdendo poi il controllo della sua vettura finendo in testacoda, alle sue spalle sopraggiunge Jack Doohan che non è riuscito ad evitarlo e colpirlo: entrambi out, mentre Barnicoat riesce a riprendere la via della pista dopo un’escursione perdendo però diverse posizioni.

Dopo la neutralizzazione con l’ingresso della Safety Car la gara riprende a cinque giri dal termine, prima di assistere ad un altro incidente, molto più spaventoso del precedente. Alla curva del Club Max Fewtrell (finito indietro dopo un lungo in partenza mentre lottava per la terza posizione) tampona Olli Caldwell che successivamente si gira e rimane pericolosamente in piena traiettoria, in molti lo schivano ad eccezione di Lukas Dunner che nell’impatto con la Trident di Caldwell gli demolisce l’intero asse posteriore, tagliando di fatto la vettura in due parti. Nessuna conseguenza per i tre piloti in un incidente che poteva avere conseguenze molto peggiori.

La gara termina dietro la Safety Car e transitando per la pit lane, con Lawson che vince davanti a Piastri e Logan Sargeant, terzo e incapace di concretizzare la pole position conquistata ieri. Giù dal podio Jake Hughes, finalmente al top con il quarto posto conquistato poco prima delle due Safety Car avendo la meglio su Frederik Vesti e Alexander Peroni. Settimo posto per Sebastian Fernandez davanti a Clement Novalak, ottavo e autore del giro più veloce in gara, ottenendo i due punti extra. Dopo un’intensa bagarre David Beckmann ha chiuso al nono posto davanti ad Alexander Smolyar, decimo e in pole position nella gara di domani, con Richard Verschoor undicesimo in gara e per la prima volta in stagione fuori dai punti.

Gara difficile per i piloti italiani, con Federico Malvestiti il migliore dei nostri con il 19° posto finale, mentre Alessio Deledda è 23° dopo aver stallato in partenza e davanti a Matteo Nannini, 24° e autore di un testacoda a inizio gara.

© FIA / Official Twitter Page

Iscriviti al nostro Canale Telegram per ricevere tutti i nostri articoli sul tuo smartphone



Immagine in evidenza: © Dutch Photo Agency/Red Bull Content Pool

Non ci sono commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: