Vettel: “La macchina è migliore, abbiamo più grip” – Binotto: “ La SF1000 è migliorata nelle performance”

27 Febbraio 2020 - 12:11
|

Una conferenza stampa programmata all’ultimo dalla Ferrari aveva fatto presagire notizie importanti in arrivo, ma la stagione 2020 ha la priorità per il Team




Nel pomeriggio della prima giornata della seconda settimana di test, Sebastian Vettel e il team principal Ferrari, Mattia Binotto hanno partecipato ad una conferenza stampa in cui hanno risposto alle domande dei giornalisti riguardo la stagione 2020 che sta per iniziare. Una conferenza molto rilassata in cui non sono mancati riferimenti ai temi più attuali, il sistema DAS di Mercedes, il contratto in scadenza di Vettel e le preoccupazioni circa il Coronavirus che rischia di compromettere qualche appuntamento di campionato oltre la Cina. 

Sebastian Vettel sulla SF1000 ha detto: “Ho sentito il miglioramento della monoposto rispetto allo scorso anno, soprattutto nelle curve veloci ad esempio la 3 e la 9, c’è più grip”. 

Riguardo alle domande sul contratto in scadenza: “ Il contratto non è la mia priorità, dobbiamo concentrarci prima sulla macchina e abbiamo molto lavoro da fare. Amo quello che faccio, amo guidare. Quando ho firmato per la Ferrari l’ho fatto per diventare campione, ancora non ci siamo riusciti, sono qui per vincere. Più avanti avrò modo di discutere con Mattia del contratto” ha poi aggiunto “Spero anche siano le ultime domande sull’argomento”. 

Sempre sul contratto il team principal Ferrari ha confermato che Vettel è la prima scelta: “Il rapporto con Seb è ottimo, rimane la nostra prima scelta e avremo modo di discutere l’argomento, magari in una cena”.

© Erika / TheLastCorner.it

Binotto ha confermato una tendenza diversa di lavoro rispetto allo scorso anno ed è fiducioso nei progressi della vettura: “Abbiamo cambiato modo di approcciare i test, l’anno scorso qualcosa non è andato bene. La SF1000 è più più performante in curva ma più lenta in rettilineo. Non siamo preoccupati dell’affidabilità, lo stop della scorsa settimana è qualcosa su cui abbia investigato e non é stato qualcosa di preoccupante. La macchina che porteremo a Melbourne sará molto simile a quella vista in queste settimane”.

Non potevano mancare domande sul chiacchieratissimo sistema Mercedes: “Il sistema DAS è qualcosa che avevamo preso in considerazione in passato ma avevamo dei dubbi sulla sua regolarità e funzionamento nella vettura. Non sono sicuro lo svilupperemo”. 

Sull’allarme coronavirus che ha colpito anche l’Italia ha detto: “La FIA sta monitorando la situazione, non abbiamo grandi preoccupazioni”. 

Iscriviti al nostro Canale Telegram per ricevere tutti i nostri articoli sul tuo smartphone



Immagine in evidenza: © Erika / TheLastCorner.it

Non ci sono commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: