Red Bull: Verstappen soddisfatto del secondo posto, grande finale di Albon!

02 Agosto 2020 - 19:53
|
GP Gran Bretagna 2020

Un buon bottino di punti ma anche qualche rimpianto in casa Red Bull dopo il Gran Premio di Gran Bretagna




Probabilmente qualcuno in casa Red Bull starà pensando a come sarebbe potuta andare se Verstappen non si fosse fermato a cambiare gomme dopo il problema occorso a Bottas. Impossibile dirlo, tuttavia dopo un weekend difficile (dal punto di vista della prestazione) come quello dell’ Hungaroring la Red Bull può dirsi soddisfatta per il risultato ottenuto, per lo meno con Verstappen. Il pilota olandese infatti è stato l’unico a mantenere il contatto visivo con le Mercedes durante la gara, il suo distacco da Hamilton e Bottas si è sempre aggirato intorno ai 10 secondi.

Albon, invece, è stato coinvolto in un contatto con Magnussen nelle prime fasi di gara e, dovendo scontare anche una penalità, si è ritrovato nelle retrovie per gran parte della corsa. Il pilota thailandese però si è reso protagonista di un grande finale: dopo aver cambiato le gomme è risalito dalla 14° posizione fino all’ 8°, cogliendo dei punti che sembravano un’utopia visto l’andamento della corsa. Ecco il commento dei protagonisti:

MAX VERSTAPPEN, P2: “So che tutti si stanno chiedendo se non avremmo fatto meglio a rimanere in pista piuttosto che rientrare ai box a due giri dalla fine, visto il problema di Hamilton. Tuttavia non è con i se e con i ma che si va avanti, credo che abbiamo fatto la scelta giusta perché anche noi avremmo potuto avere lo stesso problema delle Mercedes: sono cose che non puoi prevedere perché non accadono molto spesso nella F1 moderna. Alla fine la Mercedes ha meritato di vincere perché era la macchina più veloce , sono contento della mia gara e dei punti ottenuti. Sul passo gara eravamo 4-5 decimi più lenti delle Mercedes ma un secondo più veloci delle macchine dietro quindi è stata una gara piuttosto solitaria. La prossima settimana avremo gomme di mescola diversa da quelle di oggi quindi magari vedremo una gara diversa. Sappiamo bene che la Mercedes è davanti ma non smetteremo di mettergli pressione come abbiamo fatto oggi”.

ALEXANDER ALBON, P8: “L’ottavo posto non è esattamente il risultato che volevo ma, visto l’incidente e la penalità all’inizio della gara, non è nemmeno da buttare. Per quanto riguarda l’incidente con Kevin penso che entrambi abbiamo colpe: lui ha fatto un errore e lasciato una porta aperta. Io ho provato ad infilarmi, quando mi sono accorto che non mi aveva visto ho provato a frenare ma era troppo tardi. Abbiamo lavorato tanto per tutto il weekend e alla fine il passo non era male, anche se ero nel traffico. Sono felice di correre di nuovo qui la prossima settimana, Silverstone è un tracciato che mi piace e potremo mettere a frutto ciò che abbiamo imparato durante questo fine settimana”.

CHRISTIAN HORNER, Team Principal: “Potremmo dire di essere stati un po’ sfortunati a non vincere la gara di oggi ma la Mercedes ha dominato per tutto il weekend e la nostra sarebbe stata una vittoria frutto solamente della fortuna. Il secondo posto più giro veloce di Max è un grande risultato per il team, soprattutto dopo il gap preso dalla Mercedes ieri in qualifica. Verstappen ha fatto davvero una bella gara spingendo la macchina al limite senza fare errori. Alla fine della gara le sue gomme non erano in buone condizioni e, dopo il problema di Bottas, abbiamo deciso di farlo rientrare per precauzione. Anche Alex ha fatto una bella gara, rimontando dopo che l’incidente con Magnussen e la penalità lo avevano fatto precipitare in fondo alla classifica. Credo che l’incidente fosse un normale contatto di gara ma accettiamo i 5 secondi di penalità. Dall’Ungheria a qui abbiamo fatto un grosso passo in avanti in termini di performance, la gara di oggi ha mostrato che tutto può succedere quindi dobbiamo continuare a mettere pressione ai ragazzi davanti”.

Iscriviti al nostro Canale Telegram per ricevere tutti i nostri articoli sul tuo smartphone



Immagine in evidenza: © Aston Martin Red Bull Racing, Twitter account.

Non ci sono commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: