Mercedes davanti anche nelle FP2 in Spagna con Hamilton. 3° Verstappen, 6° Leclerc

14 Agosto 2020 - 17:20
|
GP Spagna 2020

Sempre le Frecce nere in testa ma con le posizioni invertite rispetto al mattino. Sorprendono Ricciardo e Grosjean. A dispetto del giro secco, c'è più equilibrio sul passo gara.




Pomeriggio dedicato al passo gara in quel di Barcellona. I team, date le altissime temperature, che saranno simili a quelle di qualifica e gara (quasi 50° sull’asfalto catalano) hanno voluto testare le mescole sul long run.

Tuttavia, in cima al monitor dei tempi, rimane la Mercedes e Lewis Hamilton, che si prende la testa davanti al compagno di squadra. The Hammer, a dimostrazione di FP2 poco basate sul giro secco, ha fermato il cronometro sull’1:16.883, un tempo superiore sia al miglior tempo di Bottas nelle FP1 che al proprio Best lap del mattino. Il finlandese è distante 287 millesimi e dimostra come la casa anglo-tedesca rimanga la favorita al sabato ma anche per la domenica, con un buon passo senza il degrado eccessivo che è costata la vittoria di Silverstone.

Al terzo posto troviamo Max Verstappen a poco più di 8 decimi. L’olandese, soprattutto nella parte finale di turno, ha mostrato un’ottimo passo gara con le gomme gialle e potrebbe dare fastidio alla Frecce nere domenica. Sorprese di giornata alle sue spalle: in quarta e in quinta posizione ci sono la Renault di Daniel Ricciardo (che conferma la recente crescita della vettura francese) e la Haas di Romain Grosjean (sorpresa assoluta quest’ultima).

In sesta posizione, a 14 millesimi dal ginevrino, si apre il capitolo Ferrari: Charles Leclerc è a 1,2s dalla Mercedes. Sul giro secco la sensazione è che ci sarà da lottare nella battaglia di centro gruppo, con l’obiettivo di passare il Q2 (magari con le gomme gialle) e trovare un’ottima casella in qualifica, fondamentale qui in Spagna. Sebastian Vettel invece è 12° a 2 decimi e mezzo dal compagno, alla ricerca del miglior set-up da trovare con un nuovo telaio portato al Montmelò. Dietro di lui l’altra Red Bull di Albon.

A testimonianza della grande bagarre di centro gruppo, la Top 10 si chiude con 4 macchine in 2 decimi – nell’ordine il padrone di casa Sainz, il rientrante Perez, l’altra Renault di Ocon e l’Alpha Tauri di Gasly.

Iscriviti al nostro Canale Telegram per ricevere tutti i nostri articoli sul tuo smartphone



Immagine in evidenza: © Mercedes-AMG F1 Official Twitter Page

Non ci sono commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: