Lucas Auer lascia il Red Bull Junior Team

13 Dicembre 2019 - 11:34
|

Il pilota austriaco lascia il programma di sviluppo della Red Bull dopo una sola stagione




Il Red Bull Junior Team continua a perdere pezzi. Dopo gli addii di Dan Ticktum, Patricio O’Ward, e più recentemente anche della promessa del karting Harry Thompson, anche Lucas Auer ha lasciato il programma di sviluppo della casa austriaca.

La separazione tra Auer e il Red Bull Junior Team è stata consensuale, con le due parti che hanno deciso di non continuare la loro collaborazione per l’impossibilità nel prossimo futuro per il pilota austriaco di raggiungere i 40 punti che gli consentirebbero di ottenere la Superlicenza, motivo principale per chiudere il loro rapporto. Auer era entrato nel Red Bull Junior Team a inizio 2019 dopo aver concluso la sua esperienza nel DTM a seguito dell’abbandono della Mercedes, marchio con il quale il 25enne austriaco ha gareggiato nella serie tedesca dal 2015 al 2018. Nel 2019, con il supporto del Red Bull Junior Team, Auer ha gareggiato nella Super Formula giapponese con il team B-MAX with Motopark, ottenendo un podio nel terzo round della serie a Sugo, per poi chiudere la stagione al nono posto con 14 punti conquistati. Con la B-MAX che pochi giorni fa ha annunciato l’arrivo di Pietro Fittipaldi al suo posto, Auer sembra destinato a tornare in Europa, proprio nel DTM al volante di una BMW.

© Dutch Photo Agency/Red Bull Content Pool

A confermare la separazione tra Auer e il Red Bull Junior Team è stato proprio Helmut Marko, che ad Autosport ha rilasciato queste dichiarazioni: “Lucas Auer non è più nella nostra squadra. I motivi sono molto semplici: Lucas è venuto in Giappone ed era in una nuova squadra. Avevano i loro problemi, ma poi è migliorato e ha ottenuto uno o due podi. Allora l’idea era: è così lontano dai 40 punti che, insieme alla sua età, questo sarebbe stato un esperimento troppo lungo per la Formula 1. D’altra parte, in auto da turismo o DTM – non so se sia ancora ufficiale dove guiderà – può farlo e guadagnare buoni soldi lì. Siamo di comune accordo. Sta anche cercando di prender parte ad alcune gare di Super GT in Giappone. Sta andando in un modo diverso. E ancora una volta, il Motorsport non è solo la Formula 1”.

Iscriviti al nostro Canale Telegram per ricevere tutti i nostri articoli sul tuo smartphone



Immagine in evidenza: © Dutch Photo Agency/Red Bull Content Pool

Non ci sono commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: