La Ferrari schiera Fuoco e Shwartzman ai test di Abu Dhabi

19 Novembre 2020 - 19:04
|

La FDA schiera anche Ilott ai test di Yas Marina: il giovane britannico, attualmente secondo in F2, ritornerà col team Alfa Romeo




La Scuderia Ferrari ha nominato i piloti che schiererà per lo Young Driver Test di Abu Dhabi che si disputerà il martedì 15 dicembre. Saranno Antonio Fuoco e Robert Shwartzman a scendere in pista con la SF1000 per la tradizionale giornata di test di fine stagione. I due piloti si sono presentati già a Maranello per fare le prove sedile sulla monoposto di quest’anno.

Per Fuoco sarà la sua quarta apparizione ai test con la Ferrari. Il pilota italiano, esperto al simulatore, era già sceso in pista a Spielberg nel 2015 e a Barcellona nel 2016 e nel 2019, compiendo 309 giri per un totale di 1415 km. Sarà invece un debutto assoluto nei test per Shwartzman: il giovane talento russo, campione F3 nel 2019, ha già conquistato risultati degni di nota alla sua prima stagione in F2. Per lui tre vittorie finora, ottenuti nelle Feature Race di Spielberg e Ungheria e nella Sprint Race di Spa.

“Sono molto contento di rimettermi al volante della Ferrari dopo aver fatto tanti giri al simulatore”, afferma Fuoco. “E’ bello tornare a salire sulla monoposto anche per verificare la correlazione tra lo strumento che uso abitualmente e il comportamento della vettura in pista”. Appare decisamente emozionato invece Shwartzman: “Non vedo l’ora di salire sulla monoposto e di godermi ogni minuto di questa esperienza. Avevo già provato la SF71H a Fiorano lo scorso settembre e anche se era una vettura di tre anni fa è stato incredibile”.

© Alfa Romeo Racing ORLEN / Twitter page

Ad Abu Dhabi scenderà in pista anche Callum Ilott come rappresentante della FDA. Il 22enne britannico disputerà la giornata di test con Alfa Romeo, squadra con la quale ha già disputato una sessione a Barcellona l’anno scorso. Egli è attualmente secondo nel campionato Formula 2 con tre vittorie, 5 podi e quattro pole position. Il pilota di Cambridge ha dichiarato: “Sono grato ad Alfa Romeo e alla Ferrari Driver Academy per questa opportunità. Potrò ricavarne tanta esperienza non solo girando in pista, ma anche lavorando con alcuni dei migliori ingegneri al mondo. Non vedo l’ora di risalire su una monoposto F1 ad Abu Dhabi”.

Iscriviti al nostro Canale Telegram per ricevere tutti i nostri articoli sul tuo smartphone



Immagine in evidenza: © Scuderia Ferrari Media Center

Non ci sono commenti