Che show in Austria! Vince Bottas, Leclerc e Norris a podio!

05 Luglio 2020 - 17:25
|
GP Austria 2020

Una gara d'altri tempi al Red Bull Ring, con tre Safety Car, 9 ritiri e tanta azione in pista per inaugurare la stagione 2020 di Formula 1




Wow. C’è solo questa parola per definire com’è andata il GP Austria. La Formula 1 ritorna con una corsa d’altra tempi, piena di battaglie, tensione e ritiri (solo 11 vetture al traguardo!). Vince Valtteri Bottas, bravissimo nel rimanere in testa dall’inizio alla fine. Insieme a lui sul podio non ci sono Hamilton o Verstappen, ma i due veri protagonisti di oggi: Charles Leclerc e Lando Norris.

Cominciamo dalle prime fasi, con una partenza tranquilla a vedere le prime 8 posizioni dalla griglia mantenute. Il primo grande twist della gara arriva al giro 11, con il ritiro di Max Verstappen per un problema alla sua vettura. Sembra esserci il tappeto rosso per un 1-2 Mercedes, ma la gara è ancora molto lunga. I ritiri cominciano a salire con Daniel Ricciardo (giro 19) e Lance Stroll (21), alla 26a tornata Kevin Magnussen viene messo fuori giochi dai freni. Entra la prima Safety Car della stagione e tutti i piloti vanno ai box, con Perez che è l’unico a montare gomme medie invece di hard.

Alla ripartenza, Sebastian Vettel ne combina un’altra delle sue bloccando in curva 3 e facendo contatto con Carlos Sainz che è finito in un altro testacoda del tedesco. La gara procede liscia fino al 50° giro, quando prima Romain Grosjean e poi George Russell sono costretti al ritiro. Seconda Safety Car della gara, seconda sosta ai box, tranne per le Mercedes e per Sergio Perez. Alla ripartenza, si stacca una ruota anteriore destra dall’Alfa Romeo di Kimi Raikkonen. Altro ritiro, terza SC del Gran Premio.

Dal giro 61 è tutto uno sprint fino alla fine, con Alexander Albon che prova subito a passare Lewis Hamilton alla curva 4 ma viene toccato da quest’ultimo e mandato fuori. La direzione gara deciderà di penalizzare l’inglese della Mercedes di 5 secondi, così dietro si apre una lotta inferocita per il podio con Charles Leclerc e Lando Norris che passano nei giri finali la Racing Point di Perez in debito con le gomme. Per il ferrarista è un podio sorprendente, quasi come un miracolo, viste le prestazioni sopratutto in velocità di punta della SF1000.

Al traguardo è vittoria per Valtteri Bottas davanti a Hamilton, ma con la penalità quest’ultimo scende di due posizioni. Quindi Charles Leclerc chiude secondo per la Ferrari e Lando Norris conquista con il terzo posto il suo primo podio di carriera grazie al giro veloce in gara segnato all’ultimo. Grande sconfitto Lewis Hamilton, che si deve accontentare del 4° posto. Poi più indietro abbiamo Carlos Sainz quinto (entrambe le McLaren in Top 5) e Sergio Perez sesto con la Racing Point.

7° un buon Pierre Gasly che mette in top 10 l’Alpha Tauri, segue il connazionale Esteban Ocon che celebra la sua gara di ritorno in F1 con quattro punti iridati. Buonissima prestazione anche per Antonio Giovinazzi che piazza la sua Alfa Romeo al 9° posto, davanti alla Ferrari di Sebastian Vettel che chiude la top 10. Ultimo al traguardo Nicholas Latifi, 11° nella sua gara di debutto. Ritirati Verstappen, Ricciardo, Stroll, Magnussen, Grosjean, Russell, Raikkonen, Albon e Kvyat (esplosa la gomma posteriore nel finale).

Iscriviti al nostro Canale Telegram per ricevere tutti i nostri articoli sul tuo smartphone



Immagine in evidenza: © Mercedes-AMG F1 / Twitter page

Non ci sono commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: