Annunciati tutti i lineup per la Pro Series 2019

08 Settembre 2019 - 10:30
|

Ecco i 30 piloti che prenderanno parte alla F1 Esports Pro Series 2019.




Manca solo una settimana all’inizio del campionato con i migliori piloti eSport al Mondo: la Pro Series 2019. Proprio nella giornata di ieri sono usciti i tre piloti ufficiali per ogni team che si daranno battaglia nella Pro Series, analizzeremo insieme ogni team (tranne Alfa Romeo Racing F1 Esports, che abbiamo già analizzato in un articolo precedente). Ogni team ha tre piloti “ufficiali” ma solo due gareggeranno, completando così una griglia di 20 piloti.

Mercedes-AMG Petronas Esports:

Brendon Leigh (Regno Unito), Patryk Krutyj (Polonia), Daniel Shields (Australia).

Brendon Leigh è il campione in cairca, l’uomo da battere, vincitore di sette sui dieci appuntamenti della Pro Series 2018, due volte campione esports in cerca della terza corona.

Patryk Krutyj è entrato nel team Mercedes nel 2018, ma non ha corso, vincitore di quattro titoli polacchi il 23enne è pronto a stupire.

Daniel Shields è l’ultima scelta dello scorso draft, sarà il primo pilota australiano a competere nella Pro Series, il 20enne combatterà con Krutyj per affiancare il campione Leigh.

Scuderia Toro Rosso Esports:

Patrik Holzmann (Germania), Cem Bölükbaşi (Turchia), Manuel Biancolilla (Italia).

Patrik Holzmann ha affiancato il terzo classificato Frederik Rasmussen nella scorsa stagione nella maggior parte delle gare, concludendo al sesto posto il campionato piloti con 59 punti con tre podi: due secondi posti a Baku ed al Paul Ricard ed un terzo posto ad Austin.

Cem Bölükbaşi ha corso poche gare la scorsa annata, totalizzando pero’ 32 punti che gli valgono il decimo posto nella classifica piloti a pari punti con Delgado Donoso, pilota Racing Point.

Manuel Biancolilla è il primo di molti italiani in questa serie, selezionato con la nona scelta nello scorso draft dovrà sfruttare bene le occasioni che gli verranno date quest’anno per guadagnarsi la riconferma.

McLaren Shadow:

Enzo Bonito (Italia), Bono Huis (Olanda), Allert van der Wal (Olanda).

Enzo Bonito ha fatto vedere sprazzi di talento durante la scorsa stagione, soprattutto nelle ultime tre gare: pole a Singapore (ritiro per una foratura), ottavo ad Austin e quarto ad Abu Dhabi. Tredicesimo posto in classifica con 30 punti.

Bono Huis è stato più costante del compagno, ottenendo 53 punti che gli valgono l’ottavo posto nella classifica e la riconferma per poter fare meglio quest’anno.

Allert van der Wal è stato licenziato dal team Sauber esports dopo la Pro Series 2018 ed è stato scelto con la chiamata 8 da McLaren Shadow nel draft 2019, per lui 16 punti la passata stagione.

SportPesa Racing Point Esports team:

Daniele Haddad (Italia), Marcel Kiefer (Germania), Lucas Blakely (Regno Unito).

Daniele Haddad è stato messo sotto contratto dopo la Pro Series 2018, il 26enne ha molta esperienza nelle gare online grazie ad AOR, il forum più competitivo su F1.

Marcel Kiefer ha chiuso al quinto posto la scorsa stagione, con ben tre podi in Cina, Gran Bretagna e Singapore, il tedesco è sicuramente uno dei piloti da tenere d’occhio per questa stagione.

Lucas Blakely, sesta scelta del draft 2019, è un pilota di grande talento soprattutto per il futuro, l’inglese ha solo 18 anni e darà del filo da torcere ai suoi colleghi più esperti in pista, combatterà con Haddad per affiancare Kiefer.

Red Bull Racing Esports:

Frederik Rasmussen (Danimarca), Joni Törmälä (Finlandia), Nicolas Longuet (Francia).

Frederik Rasmussen è l’unico pilota che nella scorsa stagione è riuscito a dare battaglia al duo Mercedes, portandosi a casa un terzo posto generale a bordo della sua Toro Rosso. Red Bull ha promosso Rasmussen dalla scuderia di Faenza alla casa austriaca questo inverno, a quanto pare Alexander Albon non è il solo ad essere promosso.

Joni Törmälä ha chiuso lo scorso campionato in Red Bull al settimo posto, totalizzando 55 punti. Dovrà darsi molto da fare per affiancare il danese ex Toro Rosso Rasmussen.

Nicolas Longuet, il 17enne francese è entrato nel mondo del sim racing solo un anno fa. È molto giovane ed ha molto margine di miglioramento, RBR stessa non si aspettava di poterlo scegliere così tardi, alla quinta scelta.

Williams Esports:

Álvaro Carretón (Spagna), Tino Naukkarinen (Finlandia), Isaac Price (Regno Unito).

Álvaro Carretón si è classificato in nona posizione nella scorsa Pro Series, guadagnandosi così il posto di primo pilota nel team Williams. Il pilota spagnolo ha ottenuto un podio nello scorso campionato, secondo a Singapore dietro a Leigh e davanti a Kiefer.

Tino Naukkarinen ha totalizzato 29 punti nella scorsa Pro Series, concludendo al 13esimo posto. Il 19enne finlandese ha l’esperienza dalla sua parte avendo preso parte alla prima stagione della serie, cosa che lo avvantaggia per ora sul compagno Isaac Price.

Isaac Price, quarta scelta dello scorso Pro draft, ha avuto una carriera su IRacing. l pilota inglese è infatti campione del Mondo di IRacing, vincendo ben cinque gare e collezionando dieci podi in totale. Price non è conosciuto per le sue abilità sulle ruote scoperte, ma il 20enne inglese saprà fare bene nella Pro Series.

Haas F1 Esports:

Floris Wijers (Olanda), Jan Fehler (Germania), Martin Štefanko (Repubblica Ceca).

Floris Wijers è il pilota scelto quest’anno dal team Haas con la terza scelta dopo una stagione abbastanza deludente lo scorso anno. Ha infatti concluso all’ottavo posto nei costruttori. Wijers ha fatto molto bene nelle prove giorni prima del draft vincendo la sua batteria in condizioni miste, vediamo come si comporterà il rookie olandese.

Jan Fehler si è guadagnato il posto al team Haas negli ultimi giorni. Il tedesco corre attualmente nel campionato AOR su PC insieme ad altri piloti molto competitivi (Daniel Bereznay su tutti). Anche lui senza esperienza su questo palcoscenico, ma Jan riuscirà a ben figurare.

Martin Štefanko è l’unico pilota che ha corso anche lo scorso anno per il team Haas. Štefanko ha terminato in 17esima posizione il campionato andando solo due volte a punti. Il settimo posto di Abu Dhabi è il suo miglior risultato e gli è valso ben 12 punti dei 13 collezionati nell’arco della stagione.

Renault Sport Team Vitality:

Jarno Opmeer (Olanda), Cedric Thomé (Germania), Simon Weigang (Germania).

Jarno Opmeer è un ex pilota della Renault Academy, l’olandese ha infatti vinto tre volte il campionato di kart in patria ed è stato vice campione di Formula 4. Opmeer ha molta esperienza nella vita reale, ciò lo aiuterà sicuramente nel corso della Pro Series.

Cedric Thomé è un pilota che ha vinto molto nei campionati AOR su Xbox. Egli ha infatti vinto la massima serie sia in F1 2017 che in F1 2018, guadagnandosi così un posto nella Pro Series.

Simon Weigang è la seconda scelta assoluta dell’ultimo draft. Il tedesco è molto veloce e si darà battaglia per correre il maggior numero di gare possibili nella Pro Series.

Ferrari Esports Driver Academy:

David Tonizza (Italia), Amos Laurito (Italia), Gianfranco Giglioli (Italia).

David Tonizza è la prima scelta assoluta del team Ferrari. Il 17enne di Viterbo è stato campione sul forum di AOR in F1 2017. È uno dei piloti più giovani dei 20, mancherà di esperienza probabilmente ma il ragazzo è molto veloce.

Amos Laurito, detto anche Sutil69FU è uno youtuber con 26000 iscritti sulla piattaforma. Per due anni di fila non è stato scelto al draft, ma Ferrari ha deciso di dargli una chance per far vedere al Mondo di che pasta è fatto. Il pilota italiano è stato tre volte campione su Formula Italian Team, un campionato italiano su PS4.

Gianfranco Gigliolo è stato uno dei piloti più chiaccherati in questo draft, ottavo posto nel 2017 e finalista esport lo scorso anno. L’italo-venezuelano è un pilota velocissimo e Ferrari ci ha visto lungo nel prenderlo, nessuno dei tre piloti ha esperienza, per questo sarà una battaglia alla pari e bellissima.

Iscriviti al nostro Canale Telegram per ricevere tutti i nostri articoli sul tuo smartphone



Immagine in evidenza: ©f1esports.com

Non ci sono commenti