Yamaha mastica amaro | Vinales: “Ho avuto la possibilità di vincere” , Rossi: “Dobbiamo essere più forti”

27 Ottobre 2019 - 11:27
|
GP Australia 2019

Le dichiarazioni dei piloti della Yamaha dopo il Gran Premio d'Australia




La Yamaha lascia Phillip Island con l’amaro in bocca. Dopo un ottimo weekend, proseguito con la pole position ottenuta in mattinata, Maverick Vinales era considerato il favorito assoluto per la vittoria del Gran Premio d’Australia, ma il #12 non è riuscito a vincere cadendo alla curva 10 dell’ultimo giro dopo una bagarre serrata con Marc Marquez, che lo aveva passato poche curve prima sempre nel giro finale.

Nonostante il risultato finale, Vinales ha fatto un weekend molto positivo e ne è consapevole nelle dichiarazioni post-gara; queste le sue parole: “Ho iniziato l’ultimo giro molto più vicino al cordolo per avere la possibilità, se Marc dovesse sorpassare all’ultimo momento, di frenare più tardi. Ma mi ha superato prima del traguardo. Quindi stavo programmando di spingere al massimo nel settore 3 per superare alla curva 10, ed è quello che ho fatto. Quindi, prima di schiantarmi, ero pronto per entrare senza frenare per vedere cosa sarebbe successo, ma ho bloccato la parte posteriore. Forse ho fatto un errore, non lo so, e poi sono caduto dall’altra parte. Oggi è stata una gara per vincere, non per essere secondi. Ho avuto la possibilità, quindi ho provato. Comunque, per me è stata una gara molto positiva, sono caduto ma sono rimasto soddisfatto. Ho dato il massimo in ogni giro e la moto funzionava davvero bene”.

Valentino Rossi chiude il suo 400° Gran Premio in ottava posizione. Il Dottore è stato protagonista di un’ottima partenza chiudendo il primo giro in testa per poi venir coinvolto nel gruppone in bagarre per il podio non riuscendo ad emergere nel finale. Valentino ha commentato così la sua gara: “È stato un ottimo inizio e un ottimo modo per celebrare il mio 400 ° Grand Prix, potendo essere in testa per un po ‘. Alla fine, il risultato della gara non è certo fantastico, ma non ero molto indietro rispetto a Jack Miller, che è arrivato sul podio, e sono stato in grado di guidare meglio ed ero più competitivo rispetto al weekend precedente. In ogni caso, abbiamo bisogno di più e dobbiamo essere più forti. Dobbiamo lavorare e vedremo. Correre sulla pista di Phillip Island è sempre fantastico, ma alla fine è stata una dura battaglia”.

Iscriviti al nostro Canale Telegram per ricevere tutti i nostri articoli sul tuo smartphone



Immagine in evidenza: © Monster Energy Yamaha MotoGP / Official Twitter Page

Non ci sono commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: