Power domina qualifiche e gara 1 al Mid-Ohio

13 Settembre 2020 - 7:30
|

Il trentanovenne australiano conquista la prima vittoria della stagione, e con Dixon in decima posizione il campionato si riaccende.




La NTT IndyCar Series si avvia verso le ultime cinque gare della stagione, e la prima delle ultime cinque si è appena conclusa, con la vittoria di Will Power (#12 Verizon Team Penske Chevrolet) che, partito dalla pole position, ha dominato la gara, vincendo con 7.45 secondi di vantaggio su Josef Newgarden (#1 PPG Team Penske Chevrolet). Terzo posto – a sorpresa vista la performance in stagione – Alexander Rossi (#27 NAPA Auto Parts Andretti Autosport Honda).

Qualifiche: Power domina davanti RHR e Newgarden

© IndyCar Media

La qualifica, disputata un paio d’ore prima della gara, si è svolta in due turni con metà griglia per turno. Anche in qualifica, Power ha letteralmente dominato, con un giro (1:06.334) più veloce di due decimi su Newgarden e tre decimi su Hunter-Reay (più veloce nel secondo gruppo). A sorpresa, il leader del campionato Scott Dixon si è qualificato solo nono nel suo gruppo, diciassettesimo in griglia, mentre Pato O’Ward, terzo in classifica, si è qualificato quindicesimo.

Gara: Power-show ed 1-2 Penske-Chevrolet

In gara, alla partenza, Power prende un bello slancio su Hunter-Reay che perde varie posizioni al via. Al secondo giro, Simon Pagenaud tenta un sorpasso impossibile all’interno di Rinus VeeKay, finendo in testacoda ma riuscendo a ripartire subito. La gara poi prosegue senza troppe interruzioni, con Pagenaud che ha anche un problema al primo pit stop ed O’Ward che stalla la vettura ai box. Nel finale di gara, Alexander Rossi (terzo) e Graham Rahal (quarto) lottano pesantemente per il posto, entrambi con poco push-to-pass rimasto e con gomme molto usurate, e nel finale Rossi riesce a difendersi, tenendo il podio e recuperando una posizione in classifica. Solo decimo il leader del campionato, Scott Dixon, che comunque riesce a limitare i “danni” in classifica.

Con quattro gare rimanenti, Dixon rimane in testa con 76 punti di vantaggio su Newgarden e 120 su O’Ward e, con 216 punti in palio, il campionato rimane ancora relativamente aperto, soprattutto viste le performances di Dixon nel corso di una stagione che ha, fino ad ora, dominato e gestito.

Iscriviti al nostro Canale Telegram per ricevere tutti i nostri articoli sul tuo smartphone



Immagine in evidenza: © IndyCar Media

Non ci sono commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: