Frederik Vesti trionfa sotto il diluvio del Red Bull Ring

11 Luglio 2020 - 11:31
|
GP Stiria 2020

In condizioni quasi proibitive il pilota della Prema non sbaglia nulla e vince la prima gara del weekend. Zendeli e Beckmann sul podio




Il diluvio tanto temuto si è puntualmente abbattuto sul Red Bull Ring, con la Formula 3 a farne le spese durante la sua Gara1 dove la pioggia è costantemente aumentata con il passare dei giri, costringendo la Direzione Gara alla sospensione della gara al 14° dei 24 giri in programma, con la classifica finale presa al 12° giro completato e punteggio dimezzato perché non si sono raggiunti i due terzi di gara per poter assegnare il punteggio intero.

Nel diluvio a spuntarla è stato Frederik Vesti, bravissimo a rimanere sempre in testa partendo dalla pole position, nonostante la pressione di Lirim Zendeli non sia mai mancata, con il tedesco della Trident che al via si è subito portato in seconda posizione grazie ad un’ottima partenza. Completa il podio David Beckmann in terza posizione davanti ad un battagliero Olli Caldwell, quarto al traguardo dopo un bel sorpasso su Oscar Piastri a seguito di una ripartenza dopo un periodo di Safety Car e poco prima della sospensione definitiva della gara. Dopo un controllo della classifica, però, la Direzione di gara ha ripristinato la classifica all’11° giro, il giro precedente al sorpasso di Caldwell su Piastri: in questo modo Caldwell chiude ufficialmente in quinta posizione alle spalle di Oscar Piastri, vincitore una settimana fa e che oggi in queste condizioni ha preferito non prendersi troppi rischi cercando di guadagnare il maggior numero di punti possibili.

Logan Sargeant è stato classificato in sesta posizione, dopo che l’americano ha accusato problemi con il cambio per tutta la gara: l’americano della Prema al 14° giro procedeva a rilento per via dei suoi problemi, e a causa della scarsa visibilità alle sue spalle c’è stato un contatto che ha visto Sebastian Fernandez finire a muro, il tutto prima dell’esposizione della bandiera rossa e della definitiva sospensione della gara; Sargeant può definirsi fortunato per questa sospensione che lo vede mantenere la settima posizione finale, consentendogli di non chiudere con un altro 0 dopo quello rimediato nella Gara2 di settimana scorsa. Completano la zona punti Richard Verschoor, Liam Lawson, Theo Pourchaire, protagonista di una bella bagarre a inizio gara prima di scivolare fino alla nona posizione, e Jake Hughes, che domani partirà in pole position per via della nuova inversione di griglia.

Gara difficile per i piloti italiani: Matteo Nannini ha chiuso in 23° posizione, mentre Alessio Deledda e Federico Malvestiti rispettivamente in 27° e 28° posizione dopo aver provato l’azzardo di partire con le gomme slick salvo poi rientrare subito ai box per passare alle gomme da bagnato già dopo il giro di formazione con l’aumento della pioggia.

La classifica del campionato cambia notevolmente dopo questa gara, con Piastri che rimane in testa per solo un punto e mezzo su Vesti: l’australiano comanda con 36 punti contro i 34.5 del suo compagno di squadra. Seguono Lawson e Zendeli appaiati a quota 25, Sargeant a 22, Beckmann a 21.5 e Verschoor a 19.

© Formula 3 / Official Twitter Page

Iscriviti al nostro Canale Telegram per ricevere tutti i nostri articoli sul tuo smartphone



Immagine in evidenza: © premapowerteam.com

Non ci sono commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: