Mercedes, Bottas: “Pista scivolosa ma buon bilanciamento”. Hamilton: “Dobbiamo fare dei passi indietro”

23 Ottobre 2020 - 23:08
|
GP Portogallo 2020

Le parole dei piloti Mercedes che manifestano diverse sensazioni al termine delle prime libere di Portimao, col finlandese sempre davanti a tutti




Un venerdì alla scoperta di Portimao per la Mercedes, ma sempre guardando tutti dall’alto in basso. Le Frecce nere sono al comando anche nelle libere portoghesi, ma Valtteri Bottas si è trovato subito a suo agio rispetto a Lewis Hamilton.

Il finlandese non a caso, è contento della sua giornata e della pista di Portimao: “Oggi è stata una bella giornata. Il sole splendeva, questa è un’ottima pista da guidare; potrebbe sicuramente essere peggio! Era piuttosto scivolosa la pista, mi ha ricordato molto quando siamo andati a Sochi o ad Austin per la prima volta e abbiamo guidato su un asfalto nuovo. Questo tipo di asfalto è difficile in termini di presa. Una volta che perdi aderenza, puoi perdere la macchina abbastanza rapidamente e penso che sia questo il motivo per cui abbiamo visto così tanti testacoda oggi. La pista si stava evolvendo giro dopo giro, ed è migliorata nel corso della giornata, ma forse è stata leggermente azzerata tra le due sessioni e con le bandiere rosse nelle seconde prove non è stato molto utile correre. Quindi, mi aspetto ancora un aumento del grip per il resto del weekend. Anche il bilanciamento dell’auto era abbastanza buono. Ho faticato principalmente nelle curve a bassa velocità con il posteriore della macchina ma non è troppo lontano da dove voglio, come suggerirebbero anche i tempi sul giro. Ma come sempre, domani ci sarà più lavoro da fare”.

Per Lewis Hamilton invece un pomeriggio complicato, che lo ha relegato all’ottavo posto. L’inglese ha spiegato le difficoltà incontrate, in una pista molto impegnativa dove non ha avuto il miglior set-up: “I cambi di quota su questa pista sono incredibili. Ci sono molti posti in cui non puoi vedere dove stai andando, quindi è molto impegnativo e anche la superficie è molto liscia. Penso che le condizioni della pista non siano cambiate molto nel corso della giornata. Il vento si è alzato e non so se ha cambiato direzione, ma è stato difficile. Purtroppo siamo rimasti ai box per molto più tempo di quanto speravamo con le due bandiere rosse nelle FP2. Penso che la FP1 sia stata la sessione migliore per me, anche se la macchina non andava molto bene. Abbiamo quindi apportato alcune modifiche e nelle FP2 le sensazioni erano piuttosto brutte, quindi dobbiamo fare qualche passo indietro e capire dove abbiamo sbagliato con l’assetto e vedere se possiamo migliorare domani.

Per domani Lewis non è molto ottimista: “Guardando avanti, non diventerà più facile ottenere un netto distacco in pista, perché è davvero difficile mettere le gomme nella finestra giusta per il primo giro qui, anche con la morbida, che in realtà è piuttosto duro per essere una mescola morbida. Il Q1 sarà emozionante, con molte macchine là fuori, sarà una lotta tra cani per ottenere una posizione comoda e fare il tempo. Ma è quello che facciamo e tutti sono sulla stessa barca!”

Iscriviti al nostro Canale Telegram per ricevere tutti i nostri articoli sul tuo smartphone



Immagine in evidenza: © Mercedes-AMG F1

Non ci sono commenti