Mercedes in lieve difficoltà: “Non è stato il giorno più semplice per noi”

26 Ottobre 2019 - 5:07
|
GP Messico 2019

Le parole dei piloti Mercedes, che al termine del venerdì di Città del Messico si trovano staccate di 6 e 9 decimi dalla Ferrari di Vettel




Venerdì di difficile interpretazione per la Mercedes. Nell’Autodromo Hermanos Rodriguez, le Frecce d’Argento, seppur non favorite alla vigilia, avevano dato una buona impressione al mattino. Tuttavia i distacchi subiti da Ferrari e Red Bull nel corso delle FP2 fanno suonare un piccolo campanello d’allarme per la scuderia anglo-tedesca.

Valtteri Bottas, dopo essere stato quinto al mattino, ha chiuso la seconda sessione al quarto posto, staccato di 6 decimi dal capoclassifica parziale, Vettel. Il finnico non è affatto sconfortato dalle sue libere: “Non è stato il giorno più semplice per noi; nella prima sessione la pista sembrava molto scivolosa e stavo lottando con il bilanciamento della macchina. Abbiamo apportato alcuni miglioramenti per le FP2 e in seguito il bilanciamento è migliorato molto, ma mancava ancora un po’ di grip. Sia la Ferrari che la Red Bull sembrano essere forti su questa pista, ma ci sono ancora molte cose che possiamo migliorare per il fine settimana. I compound più morbidi soffrono parecchio su questo asfalto; sono stati piuttosto brutti l’anno scorso, ma abbiamo apportato alcuni miglioramenti in modo che quest’anno siano in grado di farmi fare qualche giro sulle Soft. Tuttavia, la gomma dura con cui ho corso alla fine è stata piuttosto solida e più consistente – ciò rende piuttosto interessante la gara visto che domenica potremmo vedere strategie diverse“.

Lewis Hamilton è molto staccato, a quasi un secondo dalla testa, dopo essere stato al comando nelle FP1. Anche l’inglese è ottimista, pur ammettendo le difficoltà odierne: “Non è stata una grande giornata, ma è così per noi in Messico”, ha detto dopo le FP2. “Non abbiamo fatto grandi drammi oggi, sto solo cercando di capire le gomme. Dallo short run al long run e con il cambio delle temperature del della pista, è difficile individuare esattamente come far funzionare queste gomme, ma questo è il bello del gioco. L’auto si è sentita abbastanza bene in FP1, ma poi abbiamo apportato alcune modifiche per FP2 e la pista è cambiata un po’ in termini di livelli di aderenza e le temperature e non abbiamo ottenuto il set-up abbastanza perfetto e non ho avuto neanche un giro perfetto, quindi c’è sicuramente molto altro da fare. Lo studieremo stasera, vedendo dove possiamo migliorare per domani e Domenica”.

Iscriviti al nostro Canale Telegram per ricevere tutti i nostri articoli sul tuo smartphone



Immagine in evidenza: © Mercedes-AMG F1

Non ci sono commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: